Storia

IL PIEMONTE ARTISTICO CULTURALE,  DAL 1957

“Più di 50 anni d’arte, di mostre, di conferenze, di incontri tra personalità diverse e talora complementari, rappresentano la vita e la forza del Piemonte Artistico Culturale, un’Associazione che ha contribuito alla trasformazione culturale e sociale di Torino, e non solo.

Un percorso nato nel gennaio 1957 dall’esigenza, come è stato sottolineato dal Comitato Promotore e Fondatore, di “riunire in sodalizio gli animatori d’arte, di lettere e di scienze ed i professionisti di ogni campo, ma anche di organizzare esposizioni, letture, conferenze e promuovere incontri e dibattiti per favorire lo studio e la conoscenza del patrimonio artistico del Piemonte, per realizzare degli scambi tra Torino e le altre città o regioni o Associazioni italiane”.

Un programma che ha coinvolto scrittori, docenti, critici d’arte, pittori, scultori, grafici, in un costante impegno di divulgazione, di acquisizione, di informazioni e di studi”.

(estratto del testo di Angelo Mistrangelo sul catalogo stampato in occasione dei 50 anni di attività dell’Associazione)

 

Il primo Presidente nel 1957 è stato Enrico Martini Mauri e il Comitato Direttivo era composto da Giuseppe Alpino, Arturo Bottello (primo segretario), Ernesto Caballo, Valdo Fusi, Giulio Gentile, Riccardo Giorda, Silvio Golzio, Mario Micheletti e Giulio Bonadè Bottino.

Nel tempo i Presidenti sono stati: Enrico Martini Mauri (1957-1963), Arturo Costa (1963) e Marcello Boglione come Presidente Onorario, Armando Giargia (1970), Duilio Crosetti (1981-1983), Giorgio Germak (1983-1985), Emilio Scarsi (1985-1993), Pinetta Gramola (1993-1996), Alfredo Lapenna (1996-2006), Anna Maria Palumbo (dal 2006 a tutt’oggi).

Tra le mostre importanti si ricordano “I Sei di Torino”,  collettive e personali di: Mario Micheletti, Metello Merlo, Felice Vellan, Gigi Morbelli, Pippo Bercetti, Mario Lisa, Domenico Valinotti, Umberto Terracini, Massimo Quaglino, Teonesto Deabate, Edgardo Corbelli, Felice – Daphe – Francesco Casorati, Enrico Paulucci, Giovanni Riva (che ha realizzato la Fontana Angelica di piazza Solferino), Pontecorvo, Sergio Saroni, Piero Ruggeri, Almerico Tomaselli, Lorenzo Alessandri, Enrico Colombotto Rosso, Ezio Gribaudo, Michelangelo Pistoletto, Mino Rosso, Italo Cremona, Luigi Spazzapan, Ottone Rosai, Gilberto Zorio, Abacuc, Mario Schifano, Umberto Mastroianni, Manzù, Enrico Baj, Ugo Nespolo e molti altri artisti.

Da ricordare poi nel 1989 l‘interessante mostra con i disegni di Federico Fellini realizzata in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino.  Sempre nello stesso anno “I pittori del Po”, nel 1990 la mostra “Pittori e Scultori da Torino a Volgograd (Russia)” , nel 1991 “20 pittori della scuola di Filippo Scroppo” .

E con le mostre si segnalano le iniziative a favore di Amnesty International, le aste per il Gruppo Abele di Don Ciotti e la F.A.R.O., le conferenze e i dibattiti sulle arti visive, la presentazione di libri di poesia e le visite alle Biennali di Venezia.

 

IMMAGINI